Un uccello, tutto qui

Un oggetto apparentemente banale con una storia appassionante. Eames House Bird è un uccellino nato per spezzare la monotonia di una foto. Una composizione di Wire Chairs (non capiamo cosa ci fosse di noioso, ma ognuno ha i suoi standard) che avevano bisogno di un elemento che spezzasse la loro uniformità.

Eames House Bird era il dettaglio perfetto. Proveniva dal laboratorio da un artigiano dell’Illinois che produceva e commerciava esche e richiami per uccelli in legno. I coniugi Eames, Charles e Ray, lo avevano acquistato come souvenir e lo scatto con le Wire Chairs lo avrebbe fatto diventare protagonista a sorpresa del mondo del design.

Nel 2007 Vitra ne ha fatto una riedizione in omaggio agli Eames. Le misure sono le stesse dell’iconico originale perché provengono da una scansione in 3D. A cambiare è stato soltanto il materiale: dal legno di pino si è passati al legno di ontano laccato nero, oppure alla noce, con zampe in fil di ferro.

Le opere degli statunitensi Charles e Ray Eames, specialmente le loro sedute, sono entrate a far parte della storia internazionale del design. Già all’inizio degli anni Quaranta avevano cominciato a sperimentare col compensato per creare sedute moderne a prezzi accessibili. Vitra, brand svizzero devoto al design d’eccellenza, iniziò nel 1957 a produrre le creazioni degli Eames per il mercato europeo e mediorientale.

L’uccellino degli Eames pesa cinque chili, così da renderlo più stabile, ed è alto 8,5 centimetri. Forme rotonde e sguardo vagamente assente, fa venire voglia di passarci la mano per lisciargli le penne. Non ha alcune funzione, se non quella di portare avanti e testimoniare, con la sua semplice presenza, l’amore per il design e il bello.

Eames House Bird di Vitra è in sconto su Casarredo a 132€ (anziché 175€).