Come un pouf rigido

Pastil Chair è una poltrona nata da un’esigenza logistica. Il designer finlandese Eero Aarnio si era fatto un nome a livello mondiale grazie alla celebre Ball Chair. Celebre e ingombrante: erano gli anni Sessanta e le spedizioni internazionali erano sicuramente più complesse e costose di quelle odierne. Preoccupato per lo spreco di materiali da imballaggio, Aarnio decise di riempire lo spazio lasciato dalla seduta della Ball Chair con un’altra poltrona.

Il primo prototipo della Pastel Chair venne realizzato nel 1967 nell’appartamento di Helsinki del designer. Il materiale scelto era il polistirene, anche se il progetto definitivo sarebbe stato in fibra di vetro, che riprendeva la brillantezza delle superfici della Ball Chair. Aarnio voleva fare in modo che la sinuosità delle forme del nuovo prodotto fosse talmente ergonomica da rendere superflua l’imbottitura.

Dopo un primo tentativo poco funzionale (che si accaparrò il custode della sua villa), il designer rivide le proporzioni della seduta lavorando su un blocco di polistirolo. Stavolta il risultato fu più che soddisfacente, sia per comodità che per peculiarità: la leggerezza della poltrona, soltanto 15 chili, le permetteva di galleggiare sull’acqua. Ideale per esterni, insomma, ma anche per gli interni con piscina (comunissimi).

La creazione di Aarnio è evidentemente un pezzo figlio del suo tempo, ma le sue rotondità futuristiche continuano a essere attuali e stupefacenti anche ai giorni nostri. Un pezzo talmente atipico da adattarsi sia a materiali moderni come la resina e il cemento che a pavimenti più classici, come parquet e cementine d’antan. La varietà cromatica proposta – verde, giallo, arancione, rosso, bianco, rosa, blue, nero – permette di abbinarla facilmente all’arredamento già esistente.

Pastil Chair è in sconto su Aarnio Originals a 1380 euro (anziché 1725€) usando il codice sconto HABITARE20. Spedizione gratuita!