Il culo sui popcorn

Seletti non fa per i deboli di cuore. I prodotti del marchio, nato nel 1964 in provincia di Mantova, giocano costantemente coi concetti di kitsch, camp e buon gusto, fregandosene completamente di ciò che è accettabile o elegante. La collezione di sedie pieghevoli disegnata da Studio Job non si discosta da questo atteggiamento, così che un oggetto basato principalmente sulla funzionalità diventa un’opera d’arte pop casalinga.

Abbiamo scelto quella con la bandiera a stelle e strisce e i popcorn perché è la più iconica, ma forse anche la più gestibile esteticamente (rimaniamo comunque schiavi del design scandinavo). Schienale a strisce bianche e rosse un po’ sbiadite e seduta di popcorn su sfondo blu: una star-spangled banner che stuzzica l’appetito e tratta con irriverenza un feticcio USA. (Ottima per la stanza dei figli adolescenti in vena di ribellione.)

La collezione, disegnata nei Paesi Bassi da Studio Job, comprende altre cinque sedie, tutte esageratamente fuori dall’ordinario. Per le sedute si va dalle classiche (per modo di dire, ma lo sono per Seletti) labbra rosse all’uovo fritto, mentre le strutture, in metallo, variano da colori standard come bianco o nero per arrivare al rosso o al celeste. Si tratta di articoli che non hanno intenzione di fondersi armoniosamente col resto dell’arredamento. Il loro compito è spiccare, catturare l’attenzione e far uscire i padroni di casa dall’impasse della sedia mancante con uno sconvolgente colpo di scena.

Le sedie pieghevoli di Seletti sono in promozione su FeelDesign a 56 euro anziché 67€.