Arredare con la spazzatura

A volte c’è solo un modo per nascondere qualcosa: metterlo in mostra. Succede col secchio dei rifiuti, spesso difficile da collocare, specialmente negli appartamenti con metrature ridotte. Il cestino Pushboy risolve agilmente la questione facendo diventare la spazzatura grande protagonista dell’arredamento (in senso lato, ovvio).

Pushboy è il classico cestino da locale pubblico ripensato anche per la casa o l’ufficio. Il semplice portello a spinta in acciaio sigilla il contenuto, in modo da rendere i rifiuti impercettibili e invisibili. La base, invece, presenta un anello di gomma che protegge i pavimenti più delicati. Pushboy ha una capacità di 50 litri, un’altezza di 75,5 centimetri e una forma che ricorda un idrante, una buca delle lettere o R2-D2 di Guerre Stellari.

Realizzato in acciaio verniciato a polvere, Pushboy è stato concepito come un elemento da tenere a vista in quanto esteticamente piacevole e facile da tenere pulito. L’azienda olandese che lo produce, Wesco, è stata la prima, negli anni Settanta, a produrre un cestino con un doppio compartimento per la differenziata. Il marchio ha concepito Pushboy nel 1989 con l’idea di rivoluzionare il mondo dei rifiuti: con Pushboy la pattumiera non è più il brutto anatroccolo della casa, ma diventa un oggetto funzionale da esporre.

Pushboy è in sconto al 30% su Ambiente Direct a 112 euro anziché 159,50€. Disponibile in argento, bianco, grafite, crema, verde menta, rosso, giallo limone, verde lime, turchese, grigio chiaro e tortora.