Dal padre della Fiat 127

Parentesi è un pezzo di design nato dalla sottrazione. Non c’è una vera base e neppure un paralume in questa lampada diventata un’icona del design italiano. L’illuminazione stessa diventa l’aspetto centrale di un oggetto composto dall’interazione di pochissimi elementi, che ora descriveremo copiando letteralmente perché a volte la semplicità è difficile da riassumere.

“Il movimento verticale del corpo illuminante è ottenuto mediante lo scorrimento di un
tubolare di acciaio sagomato, verniciato a liquido o nichelato, su un cavetto di acciaio teso
tra il plafone e pavimento.” Insomma, è possibile spostare il corpo illuminante (cioè la lampadina fissata al tubolare flessuoso) verso l’alto o verso il basso facendola scorrere lungo i 4 metri del cavo. Parentesi è provvista di un dimmer che permette di regolarne l’intensità luminosa.

Vincitrice del Compasso d’Oro nel 1979, Parentesi è stata disegnata da Pio Manzù e Achille Castiglioni. L’idea originaria era di Manzù e prevedeva un’asta fissa che necessitava di una vite per tenere fermo il corpo illuminante: Castiglioni ha sostituito l’asta con una corda metallica che permette alla lampada di stare in posizione autonomamente, grazie all’attrito generato dagli elementi.

Parentesi non è solo un pezzo futuristico da sfoggiare, ma anche una soluzione ideale per un’illuminazione protagonista ma poco ingombrante, così da poterla posizionare anche negli angoli più angusti. Dietro un divano, per esempio, oppure accanto a una parete libreria. Al cavo in acciaio è inoltre possibile aggiungere un secondo elemento illuminante (acquistabile separatamente): facile da montare, permette di inglobare un’illuminazione centrale e una luce d’atmosfera nell’esilità di un filo.

Trovate Parentesi (330€) + lampadina LED 8W E27 660lm 2700K dimmerabile (38€) in offerta su Mohd a 273,53 euro (anziché 368€) utilizzando il codice sconto STOCK15. Spese di spedizione incluse nel prezzo.