Ikebana per principianti

Saremmo potuti partire con una digressione carica di misticismo per raccontare l’articolo del giorno. Invece diremo semplicemente che il vaso Ikebana di Fritz Hansen ricorda un portaombrelli da studio dentistico o un posacenere anni Settanta. Eppure queste somiglianze, vere o inventate che siano, nulla tolgono alla delicatezza di un oggetto che unisce funzionalità ornamentale e…

Continua a leggere

Brocca per solidi

“Questa non è una brocca”, avvisa giustamente il sito di KnIndustrie. Oppure lo è, dipende dalla creatività di chi la usa. Diario fa parte, infatti, di quegli oggetti dal design interpretativo: in questo caso brocca per i tradizionalisti, vaso per gli eccentrici amanti dei fiori. Diario fa parte della collezione Materials, composta da elementi per…

Continua a leggere

Per tutti, ma non di tutti

L’accoppiata perfetta: un blog che cerca di rendere più democratico il design (noi, ovvio) che racconta un oggetto di design che si definisce fin dal nome “per tutti”. La Lettera 32 di Olivetti è un’icona del Made in Italy, un trionfo della creatività e della tecnologia che rinuncia allo status elitario ma punta a raggiungere…

Continua a leggere

Archi fioriti

Arte, design, decorazione, funzione: è difficile stabilire il confine tra questi ambiti davanti alle creazioni di Muller Van Severen. I due designer belgi non possono fare a meno della componente scultorea eppure i loro prodotti sono sempre caratterizzati da una semplicità formale tipicamente nordeuropea. Insieme a Hay hanno realizzato Arcs Vase, una collezione di vasi…

Continua a leggere

Il mondo in casa

Niente come il globo terrestre per ricordarsi della propria insignificanza rispetto all’universo. Ma se non siete propensi alle riflessioni filosofiche, niente come un mappamondo per arredare con stile deliziosamente retrò e decidere, con un abile giro di mano, la destinazione del prossimo viaggio. A produrre questa riproduzione fisica del nostro amato pianeta è Emform, azienda…

Continua a leggere

Candle with a twist

Non c’è molto da raccontare, diciamo la verità. Si tratta di un oggetto che parla per sé: candele a spirale firmate Hay. Il rigore danese associato al Made in Italy (sì, manifattura italiana) produce un oggetto quotidiano letteralmente with a twist. Disponibili in confezioni da sei candele di vari colori, sono un regalo di sicuro…

Continua a leggere

Icone a testa in giù

Le palle di vetro con neve (nessuno ha mai pensato a un nome più agile?) sono l’apoteosi del kitsch. E sono state, ormai, talmente sdoganate da fare il giro e perdere, almeno in parte, l’effetto di quell’autoironia consapevole che alleggerisce il cattivo gusto. A meno che non si trovi il modo di svecchiare il concetto…

Continua a leggere

Sorbetto sul letto

Le cose semplici sono le più difficili da trovare. La forza di Hay è la capacità di soddisfare i bisogni estetici più elementari aggiungendo quell’impercettibile nonsoché scandinavo che rende tutto irresistibile. Come una trapunta giallo sorbetto. Cotone e poliestere, tortora dentro, giallo sorbetto fuori. Cuciture diagonali che aggiungono un po’ di movimento. Misure: 245 x…

Continua a leggere

Vanità al muro

Scansare l’accusa di vanità appendendo le prove al muro: ovviamente è possibile grazie a Seletti al suo gioco di ribaltamenti iper-realistici. Il Vanity Mirror, lo specchietto con cui verificare lo stato della propria perfezione, diventa parte integrante di chi ci si riflette, dato che una mano è ancora stretta attorno al manico. Un oggetto quasi…

Continua a leggere

Christmas Puppy

(Ve ne avevamo già parlato in passato, quindi, essendo pigri, copincolleremo quello che avevamo scritto in precedenza.) Cucciolo per metà italiano (Magis) e per metà finlandese (il designer Eero Aarnio) interamente di polietilene stampato. Non sporca, non lascia disordine, i più piccoli ci si possono sedere sopra o può semplicemente rimanere a cuccia sia in…

Continua a leggere