Il mondo in casa

Niente come il globo terrestre per ricordarsi della propria insignificanza rispetto all’universo. Ma se non siete propensi alle riflessioni filosofiche, niente come un mappamondo per arredare con stile deliziosamente retrò e decidere, con un abile giro di mano, la destinazione del prossimo viaggio. A produrre questa riproduzione fisica del nostro amato pianeta è Emform, azienda…

Continua a leggere

Candle with a twist

Non c’è molto da raccontare, diciamo la verità. Si tratta di un oggetto che parla per sé: candele a spirale firmate Hay. Il rigore danese associato al Made in Italy (sì, manifattura italiana) produce un oggetto quotidiano letteralmente with a twist. Disponibili in confezioni da sei candele di vari colori, sono un regalo di sicuro…

Continua a leggere

Icone a testa in giù

Le palle di vetro con neve (nessuno ha mai pensato a un nome più agile?) sono l’apoteosi del kitsch. E sono state, ormai, talmente sdoganate da fare il giro e perdere, almeno in parte, l’effetto di quell’autoironia consapevole che alleggerisce il cattivo gusto. A meno che non si trovi il modo di svecchiare il concetto…

Continua a leggere

Sorbetto sul letto

Le cose semplici sono le più difficili da trovare. La forza di Hay è la capacità di soddisfare i bisogni estetici più elementari aggiungendo quell’impercettibile nonsoché scandinavo che rende tutto irresistibile. Come una trapunta giallo sorbetto. Cotone e poliestere, tortora dentro, giallo sorbetto fuori. Cuciture diagonali che aggiungono un po’ di movimento. Misure: 245 x…

Continua a leggere

Vanità al muro

Scansare l’accusa di vanità appendendo le prove al muro: ovviamente è possibile grazie a Seletti al suo gioco di ribaltamenti iper-realistici. Il Vanity Mirror, lo specchietto con cui verificare lo stato della propria perfezione, diventa parte integrante di chi ci si riflette, dato che una mano è ancora stretta attorno al manico. Un oggetto quasi…

Continua a leggere

Christmas Puppy

(Ve ne avevamo già parlato in passato, quindi, essendo pigri, copincolleremo quello che avevamo scritto in precedenza.) Cucciolo per metà italiano (Magis) e per metà finlandese (il designer Eero Aarnio) interamente di polietilene stampato. Non sporca, non lascia disordine, i più piccoli ci si possono sedere sopra o può semplicemente rimanere a cuccia sia in…

Continua a leggere

Montagna di fragole

Mansikkavuoret, la parola che bisogna assolutamente conoscere il finlandese. Significa “montagna di fragole”, concetto favoloso che è stato tradotto magistralmente da Marimekko dalla designer Maija Isola in un motivo sui toni accesi del rosso e del rosa. Per il disegno, che consiste in un paesaggio deliziosamente fragoloso, Maija Isola si è ispirata al movimento della…

Continua a leggere

Ora in, Ora out

Si potrebbe leggere come una metafora: non smussate gli angoli, arredateli. Oppure letteralmente, come un modo per decorare le zone più appuntite della propria casa. Alessi ha inventato un orologio da parete in due versioni opposte: uno che riempie gli angoli, l’altro che copre le sporgenze. Ora In e Ora Out sono realizzati in resina…

Continua a leggere

TruLLo, KarteLL, AlberobeLLo

Trullo. Indovinate a cosa assomiglia. A un trullo.Indovinate da chi è stato disegnato.Da un pugliese. (Fabio Novembre, di cui vi avevamo segnalato un altro classico rivisitato.) C’è di mezzo Kartell nella creazione di questo oggetto, a metà tra l’architettura tipica pugliese e quella contemporanea. Un omaggio alla Puglia che si esprime in un contenitore in…

Continua a leggere

Specchiarsi a tre quarti

A volte basta veramente un dettaglio minimo per ribaltare le nostre certezze. Il colpo di genio non è necessariamente una rivoluzione; si può trattare banalmente di uno specchio che non riempie completamente la propria cornice. Ci ha pensato Northern, marchio norvegese che mette semplicità e pulizia alla base delle proprie creazioni. La struttura circolare di…

Continua a leggere