Una bio-rivoluzione

Giulio Castelli, fondatore di Kartell, era un ingegnere chimico. Sembra un’informazione poco rilevante nella presentazione di un marchio, ma la sua formazione ha influito profondamente nello sviluppo dell’azienda. Kartell è un nome universalmente associato alla plastica, materiale che all’epoca della nascita del marchio stava appena cominciando a uscire dai confini del mondo prettamente industriale. Castelli…

Continua a leggere

Gli ultimi vassoi

Un vassoio che rappresenta un incrocio tra culture e in più funge anche da vassoio: incredibile! Di forma rotonda, si distingue dai suoi fratelli più comuni per quattro piedini che lo rendono sopraelevato. Ispirato all’artigianato giapponese (prima cultura), è stato prodotto da Muuto, brand danese (seconda cultura) di culto il cui nome deriva dal finlandese…

Continua a leggere

Giraffa d’arredo

Queste pagine sono da sempre grandi sostenitrici dei mobili da compagnia. Che si tratti di topi, scimmie o uccelli, l’importante è che siano funzionali e facili da gestire. Una giraffa non è sicuramente il primo animale che viene in mente quando si pensa a uno zoo domestico, ma diventa un elemento d’arredo imprescindibile se porta…

Continua a leggere

Acquerelli a colazione

Arriva l’inverno, evviva l’inverno. La stagione fredda, l’abbiamo già detto mille volte, non ci deve far paura, anzi: va festeggiata e abbellita. Niente di meglio, quindi, di uno storico marchio dell’Europa del Nord per dare alla casa la giusta atmosfera invernale. Marimekko è uno dei simboli più conosciuti della Finlandia. Le sue stampe estrose e…

Continua a leggere

Non lasciarmi

HAY, azienda danese fondata nel 2002 caratterizzata dall’elevata qualità dei mobili e dal design audace. I co-fondatori e direttori creativi, Mette e Rolf Hay, si sono impegnati da subito a collaborare con i migliori designer provenienti da tutto il mondo per produrre prodotti di alto livello indirizzati a un vasto pubblico. Già, perché HAY ha…

Continua a leggere

Felicità, è un vassoio di legno

Onni è un oggetto che rappresenta l’unione creativa di culture lontane. Fujiwo Ishimoto è un ceramista e designer tessile giapponese che negli anni Sessanta si innamora di un tessuto stampato proveniente dalla Finlandia. La creazione è di Marimekko, ça va sans dire, e l’incontro tra l’artista (volato subito in Finlandia dal Giappone per saperne di…

Continua a leggere

L’ultimo sgabello

L’ultimo disponibile sul web. In verde bottiglia. Di Kartell. Disegnato da Philippe Starck. Si chiama La Bohème 3. Fa parte di una collezione che richiama la forma di antiche anfore, ma declinate secondo il gusto tipico di Kartell, quindi in policarbonato semitrasparente e colori accesi. Un contrasto doppio: antico e moderno, forma e funzione. Un…

Continua a leggere

L’ultimo tavolo #2

È l’ultimo pezzo rimasto in offerta, quindi sbrighiamoci. Un tavolino soppalcato in metallo rosso, col piano della parte superiore in terrazzo veneziano (materiale che negli ultimi anni è stato ampiamente rivalutato). A produrlo è Hübsch, marchio danese fondato nel 2010 che arricchisce lo stile scandinavo di dettagli glamour e più… massimali. Il tavolo in questione,…

Continua a leggere

L’ultimo tavolo rimasto

Bellezza e praticità nordica. Cirrus è un tavolo in rovere che nasconde al suo interno una foglia di estensione. Grazie a un semplice sistema a farfalla, il tavolo passa da una lunghezza base di 150 a 195 centimetri. Un disegno tradizionale ma contemporaneo, capace di portare calore sia in una casa di città che in…

Continua a leggere

IKEA, sì.

Noi adoriamo IKEA. La democratizzazione del buon design non può che essere apprezzata da questo blog. Burvik corrisponde perfettamente agli ideali del mega-marchio svedese: un’idea semplice ma ben eseguita e facile da utilizzare. Burvik è un tavolino piccolo e leggero provvisto di un manico ricurvo che consente di sollevarlo con una mano sola per spostarlo…

Continua a leggere