Lampada da banchiere Flos

Non una mera riproduzione, bensì l’aggiornamento di un classico dell’illuminazione. Goldman di Flos riprende l’estetica della lampada da banchiere (che, scopriamo, può chiamarsi anche lampada ministeriale) ma la modifica attraverso il filtro della funzionalità contemporanea così da non farsi risucchiare dal vortice della nostalgia. Ideata dal designer Ron Gilad, Goldman produce una luce LED diretta…

Continua a leggere

Lampada, Lampadina

Disegnata da Achille Castiglioni nel 1972, Lampadina dichiara apertamente la sua identità: si tratta di una lampadina, non c’è modo di confondersi. Un grosso globo di vetro che poggia su una base in alluminio anodizzato. Un oggetto che racchiude in sé un’ingenua creatività artigianale e la pulizia del miglior design italiano. Realizzata da Flos, Lampadina…

Continua a leggere

Snoopy, la lampada

Un classico del design italiano in una veste (ancora più) contemporanea. Snoopy di Flos si ripresenta con una moderna e irresistibile visiera arancione in metallo. Il contrasto del colore sgargiante con la base in marmo venato di Carrara attrae istantaneamente lo sguardo senza, però, risultare eccessivo. La luce diffusa dai toni caldi crea un’atmosfera rilassante…

Continua a leggere

Pura luce

Immaginate una lampadina senza il bulbo luminoso; ora aggiungeteci la firma di Philippe Starck e il marchio Flos. Esercizio di fantasia arduo, ma possibile. Il risultato, infatti, esiste e prende il nome di In Vitro, collezione di lanterne per esterni che sembrano imprigionare magicamente un’invisibile fonte di luce. La versione Unplugged è senza fili ed…

Continua a leggere

FFF (facchino, fungo, Flos)

Un funghetto dall’aspetto seducente che emette una luce ipnotica. No, frenate l’entusiasmo o l’indignazione: non ci sono droghe di design in promozione, a meno che non siate dipendenti da Flos. Bellhop, infatti, racchiude in sé l’irresistibile semplicità del marchio italiano. La lampada da tavolo ricaricabile è alta soltanto 21 centimetri, ma è capace di infondere…

Continua a leggere

Dal padre della Fiat 127

Parentesi è un pezzo di design nato dalla sottrazione. Non c’è una vera base e neppure un paralume in questa lampada diventata un’icona del design italiano. L’illuminazione stessa diventa l’aspetto centrale di un oggetto composto dall’interazione di pochissimi elementi, che ora descriveremo copiando letteralmente perché a volte la semplicità è difficile da riassumere. “Il movimento…

Continua a leggere

La Toio

Toio rappresenta la soluzione a tre necessità: mettersi in casa 1) un punto luce, 2) un pezzo storico del design italiano e 3) un’opera d’arte.La lampada disegnata dai fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni, infatti, è ispirata alle opere dadaiste di Marcel Duchamp, di cui riprende l’utilizzo straniante di oggetti disparati. Il nome Toio è…

Continua a leggere

Giocoleria di luce

Ci sono oggetti di design il cui fascino non risiede soltanto nella forma o nella funzione. Nel caso della lampada da tavolo IC T1 di Flos, per esempio, deriva anche dall’ispirazione che ha portato a progettarla. Per il designer di origine cipriota Michael Anastassiades l’idea è partita da un video sulla giocoleria di contatto. Il…

Continua a leggere

Luce d’emergenza

Un classico contemporaneo dell’illuminazione che di classico ha ben poco. Mayday di Flos è un elemento che più che fondersi armoniosamente con l’ambiente in cui si trova sembra essere piovuta dallo spazio. La sua origine funzionale fa di questa lampada un elemento esotico da aggiungere all’arredamento come tocco ironico, quasi dissacrante. Disegnata da Konstantin Grcic…

Continua a leggere

Snoopy & Flos

Snoopy è un oggetto radicato nella fase imperiale del design italiano, gli anni Sessanta. Non stiamo parlando del cagnetto creato dal fumettista Charles M. Schulz, ma di una lampada a lui ispirata. Disegnata dai fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni nel 1967, Snoopy unisce la simpatia del riferimento pop a materiali pregiati e di classe.…

Continua a leggere